Strategie di Social Media Marketing per No Profit

Strategie di Social Media Marketing per No Profit

Un’associazione o un ente no profit può impiegare i social network per perseguire i suoi scopi? Come posso scegliere una strategia di marketing e di comunicazione per la mia attività no profit?

In questo nuovo post del Blog di EcommerceAgency.it vado a raccontarti la mia esperienza diretta nel social media marketing per il no profit. A questo articolo ne seguiranno altri sulla stessa linea, nei prossimi darò spazio all’analisi di casi studio.

Dove sta la differenza tra profit e no profit sui social media?

Uno dei primi passi che ritengo essenziale quando si parla di strategie di marketing e comunicazione è la definizione degli obiettivi. Ovviamente fin da questo primo step occorre distinguere tra obiettivi profit e no profit.

Non conosco la Tua attività, ma possiamo dare per certo il fatto che la tua attività persegua obiettivi filantropici, di volontariato e non la produzione e massimizzazione di utili.

Quindi per un’azienda profit andrei a definire cosa vende (prodotti/servizi), quanto vale un nuovo cliente acquisito e fidelizzato (L.T.V.) e come far tornare ad acquistare. Nel caso della Tua attività no profit andremo a studiare e individuare:

  • gli obiettivi primari e secondari della tua attività no profit,
  • che servizi o prodotti fornisce agli iscritti all’associazione o agli esterni,
  • chi è il target destinatario ed eventuali limitazioni,
  • cosa non fa l’associazione,
  • quali sono le associazioni simili (analisi dei concorrenti nel profit).

Hai un’impresa no profit? Allora non perdere il nostro Corso di Digital Marketing per le attività no profit perfetto per promuovere le tue iniziative senza scopo di lucro.


E cosi via fino a definire e quantificare gli obiettivi raggiungibili dall’impiego dei social media:

  • incrementare il numero di volontari,
  • incrementare il numero dei tesserati iscritti all’associazione (tessere a pagamento),
  • aumentare la partecipazione alle iniziative dell’associazione (raccolte fondi, seminari, giornate di sensibilizzazione, …),
  • incrementare le donazioni online o offline,
  • incrementare il numero di persone assistite o aiutate dall’associazione (es. campo medico-sanitario).
social media marketing per no profit

Come scelgo quali social media impiegare per la mia associazione no profit?

Non tutti i social media sono adatti ad un’attività no profit. Come accade per le attività profit, occorre fare un’accurata analisi iniziale.

In questa fase vado a definire insieme alla collaborazione del direttivo dell’associazione:

  • il target di riferimento;
  • il materiale testuale, fotografico o video disponibile in fase iniziale e in futuro;
  • fonti di riferimento affidabili da utilizzare come risorsa esterna.

Facciamo alcuni esempi in modo da avere un’idea concreta:

  1. come primo esempio prendiamo un’associazione no profit che tutela una lingua minoritaria o un dialetto, tramite fondi pubblici e donazioni private, organizza seminari e corsi dedicati alla lingua. In questo caso potrei sconsigliare l’impiego del social network Linkedin, di SnapChat, di Tripadvisor e di Twitch. Mentre potrei consigliare vivamente di impiegare in particolare Facebook e YouTube, con un affiancamento più marginale di Instagram.
  2. nel secondo esempio prendo un ente no profit che si occupa di sensibilizzare e aiutare famiglie e pazienti affetti da D.C.A. disturbi del comportamento alimentare, spaziando quindi tra il campo medico-sanitario, il campo nutrizionale e quello psicologico. In questo caso gli interlocutori (target) sono sia i genitori/parenti dei pazienti sia i pazienti (o potenziali pazienti) stessi. In questo caso consiglierei Facebook, Instagram e valuterei un affiancamento di SnapChat. Escludendo Linkedin e Twitter.

Bene, fin qui ho voluto riflettere sull’aspetto strategico, sugli obiettivi e sulla scelta dei canali social per un’attività no profit. Fammi sapere cosa ne pensi e che approfondimenti vorresti leggere lasciando un commento qui sotto.


Preferisci farti affiancare da un consulente delegando a un social media manager? Scopri i nostri servizi di consulenza in social media marketing ideali per associazioni ed enti no profit. Accedi al catalogo dei nostri servizi >>


Nei prossimi post su questo blog approfondirò il tema social media marketing per associazioni ed enti no profit prendendo in esame alcuni casi reali molto interessanti.

Grazie per l’attenzione 🙂

Showing 2 comments
  • Caro
    Rispondi

    Klasse! Endlich mal jemand der weiß wovon er redet! Toller Beitrag, Dankeschön! 🙂

    • Giovanni Pinna
      Rispondi

      Danke Caroline! 🙂 Folgen Sie mir in diesem Blog und auf meinen Social-Media-Kanälen

Lascia un commento

Contattaci

Servizio Clienti con risposta garantita entro 12 ore lavorative

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

facebook e digital marketing per non profit